itenfrkadeiwjaplptrorusrsksles

C.so Alfieri 350 - Asti | Tel. +39 0141.354835/592439 | info@casamemoriavinchio.it

27 gennaio 2021 - Giorno della Memoria - Le iniziative sul territorio

23 Gennaio 2021
logo gdm 2021 ISRAT

"Fare storia" con gli studenti della scuola media di Incisa Scapaccino

Iniziativa per la Giornata della Memoria 2021 Fare storia con gli studenti della scuola media di Incisa Scapaccino
26 Gennaio 2021
logo gdm 2021 ISRAT

"Fare storia" con gli studenti della scuola media di Monbaruzzo

Iniziativa per la Giornata della Memoria 2021 Fare storia con gli studenti della scuola media di Monbaruzzo
27 Gennaio 2021
volantino27genn2021 nel buco a tesio fasano 1

Presentazione del libro di Giovanni Tesio

Iniziativa per la Giornata della Memoria 2021 Presentazione del libro di Giovanni Tesio Nel buco nero di Auschwitz. Voci narrative della Shoah
27 Gennaio 2021
occhi Levi

1° Festival della Memoria: lettura teatrale "Gli occhi di Levi"

Iniziativa per la Giornata della Memoria 2021 Gli occhi di Levi. Lettura teatrale liberamente tratta da Se questo è un uomo
27 Gennaio 2021
A5 BALBO onLIVE 27

"Il poema dei Salvati". Storie di accoglienza nel Canellese

Iniziativa per la Giornata della Memoria 2021 Il poema dei Salvati. Storie di accoglienza nel Canellese
28 Gennaio 2021
n come nemico

N come nemico. La propaganda e la creazione del nemico

Iniziativa per la Giornata della Memoria 2021 N come nemico. La propaganda e la creazione del nemico
28 Gennaio 2021
sommersi salvati

1° Festival della Memoria: lettura teatrale "I sommersi e i salvati"

Iniziativa per la Giornata della Memoria 2021 Lettura teatrale I sommersi e i salvati
03 Febbraio 2021
logo corso Shoah

Corso on-line: "Fare memoria per il futuro: attualità della Shoah a scuola, in famiglia, in comunità"

Fare memoria per il futuro: attualità della Shoah a scuola, in famiglia, in comunità (febbraio-marzo 2021) La proposta formativa rivolta ad adulti e giovani intende fornire agli interessati un supporto culturale sull’argomento, offrendo ai docenti anche una…
06 Febbraio 2021
logo gdm 2021 ISRAT

Presentazione del libro di Bruno Maida

Iniziativa per la Giornata della Memoria 2021 Presentazione del libro di Bruno Maida, I treni dell'accoglienza
09 Febbraio 2021
logo gdm 2021 ISRAT

Presentazione del libro di Michele Sarfatti

Iniziativa per la Giornata della Memoria 2021 Presentazione del libro di Michele Sarfatti, Il cielo sereno e l'ombra della Shoah
23 Febbraio 2021
logo gdm 2021 ISRAT

Presentazione del libro di Gherardo Colombo e Liliana Segre

Iniziativa per la Giornata della Memoria 2021 Presentazione del libro di Gherardo Colombo e Liliana Segre La sola colpa di essere nati

Tempi e momenti

i luoghi raccontano la storia

Excelsior

Excelsior

Progetto Formica

Progetto Formica

La Casa della Memoria di Vinchio

paesaggi della storiaSettanta anni fa uomini e donne di varie estrazioni sociali e culturali e di differenti idee politiche hanno avuto il coraggio di intraprendere la lotta per la libertà, i diritti e la democrazia affrontando la dittatura, la guerra, le stragi nazi-fasciste, le deportazioni nei campi di concentramento. I luoghi della memoria dell’antifascismo, della deportazione, della Resistenza e della Liberazione rappresentano un segno tangibile di quella lotta in tutta l’Italia (da www.paesaggidellamemoria.it).

Il progetto "Casa della Memoria della Resistenza e della Deportazione di Vinchio", nasce dalla convenzione tra l’Istituto della Resistenza di Asti ed il Consiglio Regionale del Piemonte che riconosce nella Casa della Memoria di Vinchio un luogo di riferimento regionale dedicato alle storie ed alle memorie legate alla scelta partigiana, al difficile rapporto tra mondo contadino e Resistenza, alla violenza della repressione nazifascista, alla deportazione nei campi di concentramento nazisti.

La Casa della Memoria di Vinchio ed il Museo multimediale di Vesime Excelsior aderiscono all'associazione di secondo livello “Paesaggi della Memoria. Federazione dei Musei e dei Luoghi di Memoria dell'Antifascismo, della Deportazione, della Seconda Guerra Mondiale, della Resistenza e della Liberazione in Italia” (www.paesaggidellamemoria.it).


Istituto per la Storia della Resistenza e della Societa' Contemporanea in provincia di Asti
C.so Alfieri 350 - Asti (AT)

Tel.: +39 0141354835 / + 390141592439

dal lunedì al venerdì: 9/13 - martedì e giovedì: 15/18
(durante i periodi di chiusura dell'ISRAT rivolgersi al Comune di Vinchio)

info@casamemoriavinchio.it

Brochure Casa della Memoria di Vinchio  brochure casa memoria


Video estratto dal DVD contenuto nella pubblicazione:
"Paesaggi della memoria. Resistenze e luoghi dell'antifascismo e della liberazione in Italia."
A cura di Paolo Pezzino

 

PRENOTA LA TUA VISITA


quale Europa
Una discussione sulla risoluzione del Parlamento europeo “Importanza della memoria europea per il futuro dell’Europa”.

Evento tenutosi il 12 novembre 2019 alla Casa della memoria di Milano (Via Federico Confalonieri 14).

Ne hanno discusso con il Presidente Paolo Pezzino: Guido Crainz, Filippo Focardi, Piero Graglia e Antonella Salomoni.

Fare clic che qui per visualizzare i video della discussione

Atlante delle Stragi Naziste e Fasciste in Italia

logo atlante stragi naziste

Nel 2009 il governo italiano e quello della Repubblica Federale Tedesca hanno insediato una Commissione storica congiunta (composta da 5 membri tedeschi e 5 membri italiani) con il mandato di elaborare un’analisi critica della storia e dell’esperienza comune durante la seconda guerra mondiale, così da contribuire alla creazione di una nuova cultura della memoria.

A seguito delle raccomandazioni avanzate dalla Commissione nel dicembre 2012 a conclusione dei suoi lavori, il Governo della Repubblica Federale Tedesca si è impegnato a finanziare una serie di iniziative tese a valorizzare la storia e la memoria dei rapporti fra i due paesi nel corso del conflitto, con l’istituzione presso il Ministero federale degli affari esteri di un “Fondo italo-tedesco per il futuro”.

Rientra fra queste iniziative la presente ricerca, promossa in collaborazione dall’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia (INSMLI) e dall’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), che ha permesso di definire un quadro completo degli episodi di violenza contro i civili commessi dall’esercito tedesco e dai suoi alleati fascisti in Italia tra il 1943 e il 1945.

Visita il sito Web

Spettacolo teatrale Triangoli rossi

triangoli rossi vinchio

Lo spettacolo “Triangoli rossi” raccoglie, per la prima volta insieme, i racconti degli astigiani deportati per motivi politici nei campi di concentramento nazisti.

In un coro di voci che si sovrappongono alle immagini dei campi trasformati ormai in memoriali, queste schegge di memoria ripercorrono, dall’arresto alla liberazione, la tragedia del Lager, attraverso riflessioni spesso dure e taglienti come frammenti di vetro.

La fame, la violenza, i sogni infranti contro il filo spinato, i difficili ritorni, con il loro carico di dolore e di speranza tradita per un rientro inaspettatamente difficile nella normalità; tutto viene raccontato, con parole che diventano pietre della memoria.

Siamo partiti dalle loro parole non per “descrivere” tutte le atrocità compiute, descrizione che sarebbe impossibile, ma per tentare di rendere il clima di violenza e di sopraffazione, di privazione e di sofferenza, vissuto dai deportati ed internati nei Lager Nazisti.

Le testimonianze prendono corpo sulla scena e diventano estremamente profonde grazie alla rielaborazione video di filmati d’epoca che fissano nei nostri occhi il calvario vissuto dai milioni di deportati nei campi di concentramento.

Ricordare, per noi, è un atto d’amore. Fare memoria è il testimone che i deportati ci hanno lasciato affinché i nostri figli e i nostri nipoti possano vivere sempre liberi.

“Noi avevamo sul braccio il triangolo rosso dei politici, con la matricola sui pantaloni e la piastrina al collo con il numero… E ci chiamavano solo per numero. Eravamo dei numeri. Dei numeri. "


Compagnia teatrale "Teatro degli Acerbi"

TRIANGOLI ROSSI

testi a cura di Nicoletta Fasano e Mario Renosio da testimonianze e memorie degli astigiani deportati nei campi di concentramento nazisti;
con Massimo Barbero e Dario Cirelli
regia video di Riccardo Bosia
rielaborazione drammaturgica e regia di Dario Cirelli
musiche scelte da Matteo Ravizza
realizzato con l'ISRAT - Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Asti

durata: 50'; rappresentabile presso istituti, biblioteche, teatri, spazi non teatrali oscurabili.

La produzione del Teatro degli Acerbi per il Giorno della Memoria si inserisce nel filone delle produzioni di teatro di impegno civile che la compagnia persegue da anni, grazie alla collaborazione con Luciano Nattino e l’ISRAT – Istituto Storico per la resistenza e la Storia Contemporanea di Asti.

Scheda dello spettacolo teatrale

VIDEO PRESENTAZIONE SPETTACOLO

PROMOZIONE:
MASSIMO BARBERO: 339-2532921
DARIO CIRELLI: 338-9852350
info@teatrodegliacerbi.it

Ricerca nel sito

Slider